Info circoli
07.06.2016
Stefano Cherin e Andrea Tesei - la fine del sogno

Questo è quanto ha pubblicato su facebook Andrea alla fine della selezione olimpica che ha visto prevalere, per pochissimo, l'equipaggi Tita - Zucchetti.

Sono delle bellissime parole che sono sicuro siano condivise anche da Stefano.

Non servono altri commenti per chiudere meglio una campagna di selezione olimpica.

Ormai è ufficiale....non saremo presenti alle Olimpiadi di Rio.

È difficilissimo per me esprimere la delusione di questo momento, ma ieri questo campione è riuscito a trasmettere con poche parole quello che sto provando. 
Quattro anni fa non avrei mai nemmeno pensato di potermi giocare una qualificazione olimpica con il 49er, la mia scelta era tra diventare maestro di sci o inseguire un sogno in barca a vela. Ho scelto la seconda, e non me ne pentirò mai, sono stati 4 anni di esperienze incredibili, che non avrei mai vissuto se non avessi fatto questa scelta. 
Purtroppo il sogno si è spento a un metro dal traguardo...dopo aver toccato virtualmente quei cinque cerchi, qualificando l'Italia e poi partecipando al Test Event Olimpico dello scorso anno...forse non ci credevo nemmeno io di arrivarci così vicino, siamo cresciuti moltissimo in poco tempo. Abbiamo iniziato per gioco, navigando per il golfo a girare le petroliere con una barca che ci ha prestato il mitico Michele Paoletti. In quattro anni siamo passati da esser in coda alla flotta ad essere nel top ten del ranking mondiale, girando il mondo con la squadra nazionale e partecipando a regate di cui credevo avrei solamente letto gli articoli sui giornali...!!
Ma come ha detto ieri questo immenso ciclista alla fine sono state solo gare, la vera vita è un'altra, e questo percorso sportivo mi ha fatto crescere sicuramente come velista, ma sopratutto come "uomo". Alla fine lo sport è una metafora della vita....!! Si perde, si vince, si gioisce, ci si incazza ecc...ma alla fine bisogna tirar fuori gli attributi e continuare camminare..ragionare su cosa non è andato e sistemarlo...e adesso è un'altro di quei momenti!!
Ovviamente la prima persona che voglio ringraziare è quella senza di cui tutto questo non sarebbe mai successo..... Stefano!!! Lui ha una passione per il mare e un amore per la barca che pochi hanno e mi ha insegnato quasi tutto quello che so della barca a vela...per non parlare del suo talento a "nasar" il vento!!  Abbiamo condiviso momenti indescrivibili grazie a questo sport.
Voglio poi ringraziare lo Yacht Club Adriaco, club per cui corro da quando ho messo piede in barca, e Porto San Rocco, in particolare Francesco Rossetti Cosulich Flavio Genzo e Roberto Sponza che hanno creduto in noi e lavorato per portare avanti la nostra campagna olimpica. Senza di voi non avremmo avuto nemmeno la chance di sognare!! 
Un'altro ringraziamento va ai nostri numerosi amici sponsor Delfino Verde Navigazione Armare Harken Italia Magic Marine Quiconviene.com Oradini Sport Torbole; che ci hanno accompagnato e supportato durante questi anni in giro per il mare.
Un altro ringraziamento speciale va a Silvia che mi ha sopportato e supportato durante i momenti più difficili e mi ha sempre spinto ad andare avanti!! Come dice un mio caro amico: "dietro a un grande uomo c'è sempre una grande donna...." Alberto
Last but not least i miei genitori, senza il quale non avrei mai messo piede in barca e che mi hanno continuato a dare da mangiare mentre io "giocavo" con le barchette  ,mio fratello Giovanni con cui sono salito per la prima volta in 49er e tutti i miei amici che nonostante non riuscissi a frequentare sono sempre stati al mio fianco a supportarmi e gasarmi!!
Grazie a tutti!!

Andrea Tesei

"IT'S FINE TO CELEBRATE SUCCESS, BUT IT'S MORE IMPORTANT TO HEED THE LESSONS OF FAILURE"

In evidenza
23.05.2017
La conclusione di Primavela 2016

Il 23 maggio 2017 si sono  conclusi ufficialmente la Coppa Primavela  ed i   Campionati Giovanili in Singolo 2016

11.10.2016
La festa dei volontari di Primavela e Campionati Nazionali Giovanili 2016

 Giovedì 27 Ottobre, alle ore 18.30 nella Sala Congressi di Porto San Rocco.